Assicurazione lavoratori atipici – Come ottenere il mutuo

Assicurazione Lavoratori Atipici

Le persone che ricevono una retribuzione diversa da quella classica possono comunque sottoscrivere un’assicurazione per lavoratori atipici. Stiamo parlando di persone che non ricevono la classica bustapaga che spetta ai dipendenti. Ci riferiamo a tutti quei soggetti che sono liberi professionisti o hanno contratti come lavoratori atipici. Anche queste due categorie possono richiedere un’assicurazione per lavoratori atipici o richiedere un mutuo. Devono però presentare una serie di documenti, con i quali dimostrano di poter offrire specifiche garanzie. Se volete sottoscrivere un’assicurazione per lavoratori atipici potete rivolgervi a Kiron Mediazione Creditizia. Questo istituto potrà offrirvi una vasta gamma di polizze dedicate alla condizione di lavoratore atipico. Inoltre grazie alla loro esperienza pluriennale potranno offrire assistenza e consigli.

Cerchiamo quindi di capire come si può richiedere un mutuo o un’assicurazione per lavoratori atipici.

Tipologie di garanzie

Esistono molti modi per poter presentare garanzie sufficienti per richiedere un mutuo o un’assicurazione per lavoratori atipici. Si può presentare un fondo di garanzia sulla prima casa, ma in generale chi non è un lavoratore a tempo indeterminato può:

  • chiedere ad un parente prossimo con un reddito di farsi intestatario del mutuo
  • rivolgersi ad un garante che intervenga nel caso in cui il beneficiario del mutuo non riesce a pagare le rate.

Un’ulteriore alternativa per richiedere un’assicurazione per lavoratori atipici, come abbiamo anticipato, è rappresentata dal fondo di garanzia sulla prima casa. Vediamo come funziona e quali sono i requisiti per poterlo richiedere:

  • è rivolto a tutti i cittadini, esclusi i proprietari di immobili ad uso abitativo
  • l’importo del mutuo o dell’assicurazione non deve superare i 250mila euro
  • lo Stato garantisce fino al 50% della quota capitale del mutuo
  • sono previsti tassi agevolati per giovani coppie con almeno uno dei componenti deve avere meno di 35 anni
  • nuclei familiari con un genitore single e figli minori
  • giovani under 35
  • affittuari di immobili di proprietà degli enti di edilizia residenziale pubblica

Documenti, rate e garanzie

In generale per poter richiedere un mutuo o un’assicurazione per lavoratori atipici devono fornire alcuni documenti. Infatti i possessori di Partita Iva devono ricordare di presentare:

  • Copia del modello unico
  • Attestato di iscrizione all’Albo professionale, solo se presente
  • Copia del bilancio relativo all’anno precedente alla richiesta del mutuo

Invece per quanto riguarda le rate del mutuo, o dell’assicurazione per lavoratori atipici, queste non devono superare il 40 per cento del reddito. Ovviamente ci si riferisce al reddito netto mensile e generalmente le rate possono essere di tre tipi:

  • Mensile – in genere la preferita dai lavoratori dipendenti
  • Trimestrale – che può variare in base alla cadenza dei redditi
  • Semestrale – è quella con l’importo maggiore, che però consente di avere liquidità, quasi sempre necessaria per i liberi professionisti

Conclusioni

Concludendo possiamo dire che ottenere un mutuo o un’assicurazione per lavoratori atipici, e quindi senza bustapaga, comporta la richiesta di più garanzie. Questo proprio per l’assenza di un reddito fisso o più sicuro come quello di un dipendente. In ogni caso ci si può sempre rivolgere ad un garante, oppure richiedere un’ipoteca sui beni di proprietà, come titoli di Stato o altri Immobili. Però nel caso non fossero presenti dovete sapere che ci sono due ulteriori alternative, ovvero:

  • sottoscrivere un’assicurazione a protezione del credito, in modo da garantire il rientro del capitale
  • scegliere un mutuo o assicurazione flessibile, che possa essere modificato, per esempio allungando i tempi e riducendo l’importo delle rate

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *