I vantaggi offerti dal condizionatore d’aria

Un microclima favorevole è tra i principali vantaggi offerti dall’aria condizionata. Essa infatti contribuisce in modo determinante all’instaurazione di un microclima domestico ottimale, un vantaggio indubitabile sotto il profilo della salute e della produttività.
Creando un equilibrio tra il caldo eccessivo di alcune giornate estive e il fresco indotto dal condizionatore, si favoriscono gli impegni di cui è composta la quotidianità di ognuno di noi. Inoltre si può dormire meglio, sudando meno e si è al riparo da pericolosi colpi di sole. Vantaggi che diventano fondamentali soprattutto per determinate categorie di malati cronici, come i cardiopatici, i quali potrebbero correre elevati pericoli in presenza di un clima troppo caldo. Non a caso praticamente tutte le case di riposo per anziani sono dotate di dispositivi in grado di procurare aria condizionata. A patto di non esagerare nel creare una differenza climatica tra interno ed esterno tale da superare i canonici sei gradi indicati dagli esperti come ideali, il condizionatore è uno strumento utile a migliore la qualità della vita all’interno delle mura domestiche.

Cosa molto importante per effettuare una scelta oculata e valutarne i consumi annui.
Tra i diversi parametri in base ai quali varia il consumo di un condizionatore, la classe energetica, e quindi il modello della macchina, è fondamentale.
Oltre a ciò anche le caratteristiche dell’abitazione sono importanti. Basti immaginare che una stessa macchina utilizza più potenza se è installata in una stanza molto assolata e con uno scarso isolamento rispetto ad un’altra orientata a nord e ben coibentata con l’esterno.
Come tutti gli altri elettrodomestici, il condizionatore acceso per 4 ore non consuma sempre la stessa quantità di energia durante il suo funzionamento. Inoltre le prestazioni variano in funzione delle condizioni esterne e di conseguenza sia della zona geografica in cui è situata la casa sia del periodo dell’anno in cui ci troviamo.

L’etichetta energetica del condizionatore può dirci molto sui consumi dell’apparecchio. Noi di New Energy termoidraulica Torino consigliamo di orientarsi verso modelli di classe energetica A+++. Quanto consuma unclimatizzatore di classe A+++? Dipende dal modello. In genere si parla di un consumo che va dai 122 ai 140 kWh.

Proprio come i termosifoni, anche i condizionatori possono essere programmati. Esistono infatti apparecchi per controllarli a distanza anche se i dispositivi che avete in casa non sono dotati di tecnologia wifi.
Contattaci per una consulenza tecnica gratuita, sappiamo fornirti tutte le informazioni tecniche di cui necessiti e orientarvi verso soluzione migliore per le tue esigenze.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *